Che cos’è un indirizzo IP? Una guida completa

Che cos’è un indirizzo IP? Una guida completa

L’indirizzo IP, acronimo di Internet Protocol address, è un identificativo univoco di un dispositivo o di un computer connesso a internet o a un’infrastruttura di rete.

Continua a leggere per scoprire come funzionano gli indirizzi IP, quali sono i loro tipi e come trovare il tuo indirizzo IP. Questo articolo tratterà anche delle minacce alla sicurezza legate agli indirizzi IP e del perché è necessario utilizzare una VPN.

Un indirizzo IP è una stringa di numeri che funziona in modo simile a un indirizzo di casa o di posta elettronica e garantisce che i dati corretti vengano inviati al computer giusto. In altre parole, è un mezzo di comunicazione tra dispositivi e computer.

Come funzionano gli indirizzi IP?

Quando si visita un sito web con un computer o un telefono cellulare, il dispositivo deve individuare la posizione dei dati del sito e recuperarli.

Per prima cosa, il computer si collega a un router di rete, solitamente fornito da un provider di servizi internet (ISP). Il router comunica quindi con il server in cui è memorizzato il sito web per accedere ai file che devono essere inviati al computer.

Il computer, il router e il server hanno indirizzi IP specifici che possono essere riconosciuti l’uno dall’altro. È quindi attraverso questi indirizzi IP che i dispositivi possono comunicare, recuperare e inviare dati.

Diversi tipi di indirizzi IP

Esistono due versioni IP: IPv4 e IPv6. Inoltre, gli indirizzi IP dei consumatori sono di quattro tipi: privati, pubblici, dinamici e statici.

In più, esistono due tipi di indirizzo IP: condiviso e dedicato. Diamo ora un’occhiata a ciascuno di essi.

IPv4 vs. IPv6

IPv4 è l’abbreviazione di Internet Protocol versione 4 ed è il più utilizzato. È un sistema numerico a 32 bit diviso in quattro parti (ottetti) separate da punti. Il valore di ciascun ottetto varia da 0 a 255. Esistono quindi circa 4,3 miliardi di indirizzi IPv4 unici.

Ecco un esempio di come si presenta un IPv4:

169.89.131.246

Tutti i tipi di sistemi gestiscono il routing IPv4 senza problemi. Inoltre, l’IPv4 supporta la maggior parte delle topologie di rete grazie ai suoi semplici prefissi. Inoltre, i dati contenuti nei suoi pacchetti di indirizzi sono ben criptati per garantire una comunicazione sicura tra le reti.

Tuttavia, la versione più recente del protocollo internet è l’IPv6, destinato a sostituire l’IPv4. Questo perché il numero di varianti dell’IPv4 si sta esaurendo, soprattutto a causa della velocità di espansione di internet.

Gli indirizzi IPv6 sono lunghi 128 bit. Ciò significa che esistono circa 340 undecilioni di indirizzi IPv6 unici. Sono scritti in otto serie di cifre esadecimali a 16 bit separate da due punti. Pertanto, in un indirizzo IPv6 sono presenti lettere dalla A alla F.

Di seguito è riportato un esempio di indirizzo IPv6:

2001:3FFE:9D38:FE75:A95A:1C48:50DF:6AB8

L’instradamento è più efficiente con l’IPv6, poiché consente ai fornitori di servizi internet di ridurre le dimensioni delle tabelle di instradamento. L’IPv6 utilizza anche la sicurezza del protocollo internet (IPsec), quindi non è necessario preoccuparsi dell’autenticazione, della riservatezza e dell’integrità dei dati.

Inoltre, l’IPv6 non ha un checksum IP, il che rende più efficiente l’elaborazione dei pacchetti, e supporta il multicast. Di conseguenza, i flussi di dati possono essere inviati a più destinazioni contemporaneamente, risparmiando la larghezza di banda della rete.

Indirizzo IP privato vs. indirizzo IP pubblico

Un formato di indirizzo IP privato è l’indirizzo IP utilizzato per comunicare all’interno delle reti locali. Pertanto, tutti i dispositivi dotati di funzione Bluetooth o in grado di connettersi a una rete hanno un indirizzo IP privato. Funziona solo all’interno di una rete locale (LAN) e non su internet. Per questo motivo, il suo utilizzo è gratuito.

L’indirizzo IP pubblico, invece, è l’indirizzo IP che si utilizza per comunicare al di fuori delle reti locali e per connettersi a internet. Questo tipo di indirizzo IP non è gratuito perché viene assegnato e controllato dai fornitori di servizi internet.

Indirizzo IP dinamico vs. indirizzo IP statico

Esistono due tipi di indirizzo IP pubblico: dinamico e statico. Gli indirizzi IP dinamici sono quelli che un provider di servizi internet assegna ai propri clienti.

Cambiano ogni volta che un nuovo dispositivo viene aggiunto alla rete, quando le configurazioni di rete cambiano o quando il dispositivo viene riavviato. Pertanto, l’indirizzo IP di casa non rimane invariato.

Gli indirizzi IP dinamici sono comunemente utilizzati per motivi di sicurezza. Grazie alle modifiche regolari, è difficile per gli hacker accedere all’interfaccia di rete.

Gli indirizzi IP statici, invece, sono considerati indirizzi IP fissi. Pertanto, rimangono invariati a meno che l’amministrazione della rete non cambi.

La maggior parte degli utenti finali non ha bisogno di avere indirizzi IP statici. Tuttavia, è necessario per i dispositivi che richiedono un accesso costante o se ci si connette spesso a reti private.

Ad esempio, una stampante condivisa deve avere un indirizzo IP statico, in modo che gli utenti dell’ufficio possano collegarsi facilmente a essa.

Inoltre, le società di web hosting hanno bisogno di indirizzi IP statici perché i loro clienti richiedono un accesso costante ai loro server web e di posta elettronica. In questo modo è più facile che le richieste raggiungano l’indirizzo IP corretto attraverso il Domain Name System (DNS).

Indirizzo IP condiviso vs. indirizzo IP dedicato

Se vuoi registrarti per l’hosting web e creare un sito web, tieni presente che esistono due tipi di indirizzo IP.

Un indirizzo IP condiviso è un indirizzo IP condiviso tra più nomi di dominio. Si applica a coloro che condividono le risorse di rete e hardware di un server con altri. Tuttavia, si noti che non è limitato agli utenti di hosting condiviso.

Poiché non sei l’unico a inviare dati attraverso un indirizzo IP, è più facile mantenere il traffico e il volume costante. Inoltre, contribuisce a mantenere la reputazione dell’indirizzo IP presso gli ISP riceventi. Un altro vantaggio di un indirizzo IP condiviso è che è relativamente economico.

D’altra parte, un indirizzo IP dedicato significa che al dominio viene assegnato un indirizzo IP che non è condiviso con altri proprietari di siti web. Il vantaggio è che è più facile ottenere un certificato SSL.

Inoltre, il tuo sito web è accessibile solo tramite indirizzo IP, invece che con il solo nome di dominio. In più, sei libero di gestire il tuo server FTP (File Transfer Protocol).

Gli indirizzi IP dedicati sono generalmente disponibili come servizio aggiuntivo dal tuo provider di hosting o ISP. Su Hostinger puoi ottenere gratuitamente un indirizzo IP dedicato acquistando i nostri piani di cloud hosting o VPS hosting.

Assegnazione dell’indirizzo IP

Gli indirizzi IP privati vengono assegnati ai dispositivi da un router tramite il Dynamic Host Configuration Protocol (DHCP). In alternativa, possono essere impostati manualmente una volta che i dispositivi possono comunicare tra loro attraverso il router.

Un indirizzo IP pubblico viene assegnato a un dispositivo da un provider di servizi internet. L’attività internet passa attraverso l’ISP e viene reinviata al dispositivo utilizzando l’indirizzo IP pubblico.

Su una rete locale, gli indirizzi IP dinamici sono solitamente assegnati da un router di rete. Per le reti che si collegano a internet, gli ISP assegnano l’indirizzo IP dinamico ai computer dei loro clienti.

Se non vuoi che il router assegni indirizzi IP diversi a ogni connessione alla rete locale, imposta indirizzi IP statici sui tuoi dispositivi. È possibile farlo attraverso le impostazioni di rete del sistema operativo o la pagina di configurazione del router.

Come controllare l’indirizzo IP

Esistono diversi modi per effettuare la ricerca dell’indirizzo IP dei dispositivi. Tuttavia, per verificare l’indirizzo IP privato di un dispositivo, i passaggi possono variare a seconda della piattaforma in uso.

macOS:

  1. Accedi alle Preferenze di sistema e fai clic su Rete.
Screenshot dalle Preferenze di Sistema che mostra dove trovare Network

2. Seleziona la rete, ad esempio Wi-Fi, e troverai l’indirizzo IP del computer proprio sopra il nome della rete.

Screenshot dalla sezione Rete che mostra dove trovare l'indirizzo IP

Windows:

  1. Apri il Prompt dei comandi digitando cmd nella barra di ricerca di Windows.
Digitare cmd nel pannello di controllo per trovare il prompt dei comandi

2. Digita ipconfig e premi Invio.

3. Scorri verso il basso fino a trovare l’indirizzo IPv4.

Screenshot dall'app Prompt dei comandi che mostra il tuo indirizzo IPv4

Minacce comuni alla sicurezza dell’indirizzo IP

È fondamentale proteggere il proprio indirizzo IP e non condividerlo con nessuno. Se un hacker o un criminale informatico ne entra in possesso, può utilizzare l’indirizzo IP per vari attacchi informatici. Sebbene l’indirizzo IP non mostri informazioni sensibili, può comunque essere utilizzato per:

Tracciare la tua posizione e la tua attività

Gli indirizzi IP mostrano la geolocalizzazione. Una persona con cattive intenzioni può identificare la città, la regione e persino l’indirizzo stradale in cui si vive attraverso l’indirizzo IP. Questo può portare a stalking indesiderato, scherzi o, peggio, furti.

Inoltre, gli hacker possono visualizzare le tue attività su internet. Possono tracciare i profili dei social media, gli acquisti online, i pagamenti e persino i dati della carta di credito. Inoltre, possono vendere questi dati o addirittura rubare la tua identità.

Hackerare il tuo dispositivo

I dispositivi si connettono a internet tramite indirizzi IP e porte. Se un hacker conosce il tuo indirizzo IP, può forzare le connessioni attraverso le porte per prendere il controllo del tuo computer.

Una volta ottenuto l’accesso al dispositivo, l’hacker può installare malware per accedere e modificare i file. Di conseguenza, le password, gli account dei social media e i dati finanziari possono essere a rischio. Inoltre, potrebbero rubare foto o video personali e usarli per ricattarti.

Utilizzare le tue risorse o incastrarti

Se i criminali informatici riescono a conoscere il tuo indirizzo IP, possono utilizzarlo per condurre attività dannose e illegali, incastrandoti.

Ad esempio, potrebbero scaricare o caricare contenuti illegali e sensibili utilizzando il tuo indirizzo IP, violando così i termini e le condizioni dell’ISP. Potresti quindi incorrere in un denial of service o addirittura in un coinvolgimento delle forze dell’ordine.

Dovresti utilizzare una VPN?

La VPN offre un’esperienza online più sicura perché nasconde il tuo indirizzo IP reale reindirizzando il traffico dati attraverso un tunnel crittografato. Quindi, per evitare di incorrere in una delle minacce menzionate sopra, una VPN è uno strumento molto utile.

Tuttavia, ricorda che una VPN non è una soluzione di sicurezza completa, poiché l’azienda può essere quella che fa trapelare gli indirizzi IP. Pertanto, assicurati di scegliere un provider affidabile e di verificare il livello di crittografia utilizzato.

Ecco alcune altre situazioni in cui potresti dover utilizzare una VPN:

Siti web e servizi bloccati

Alcuni Paesi possono bloccare l’accesso a specifici siti web, piattaforme di social media e servizi di streaming. Inoltre, potrebbero esserci anche limitazioni geografiche. Pertanto, alcuni contenuti possono essere disponibili solo in determinate regioni a causa di licenze, copyright o questioni morali.

Quindi, se vivi o viaggi in paesi in cui ci sono restrizioni a internet, potresti aver bisogno di utilizzare una VPN per accedere a siti e servizi bloccati.

Lavorare da remoto

Lavorare da casa è oggi la norma. Poiché i dipendenti accedono alla rete e alle risorse aziendali al di fuori dell’ufficio, molte aziende stanno implementando le VPN per motivi di sicurezza.

Poiché il traffico di dati è crittografato, si riduce la possibilità di accessi non autorizzati e di violazioni della sicurezza.

Pertanto, potrebbe essere obbligatorio utilizzare la VPN aziendale se si lavora da remoto. Ad esempio, qui a Hostinger utilizziamo NordVPN Teams.

Utilizzo del Wi-Fi pubblico

Quando ti trovi in un caffè o in un altro locale e utilizzi il Wi-Fi pubblico, è consigliabile utilizzare una VPN. Il Wi-Fi pubblico è gratuito e facilmente disponibile, ma la rete è aperta a chiunque, compresi gli hacker. Inoltre, la maggior parte delle reti non fornisce protezione agli utenti e non dispone di un forte livello di sicurezza.

Pertanto, i criminali informatici non solo possono spiare il tuo traffico dati e le tue attività online, ma possono anche inviare malware e rubare informazioni sensibili.

Attivando una VPN, aggirerai la rete ISP del Wi-Fi pubblico, nascondendo tutte le comunicazioni da occhi indiscreti e camuffando la tua identità.

Privacy

Una VPN può essere utile anche quando si naviga in internet e non si vogliono lasciare impronte sul web. I siti web possono raccogliere informazioni ogni volta che li visiti, tra cui il tempo di permanenza su una pagina, le abitudini di navigazione e i link su cui fai clic.

Le aziende pubblicitarie possono regolare e mostrare gli annunci sulla base di queste informazioni. Per questo motivo gli annunci possono talvolta sembrare personali e dare l’impressione che alcuni siti web ti seguano su internet.

Questo può anche includere l’attivazione di una VPN sul telefono cellulare e su altri dispositivi utilizzati di frequente. La tua posizione può essere tracciata attraverso l’indirizzo IP anche quando il GPS o i servizi di localizzazione sono disattivati.

Conclusioni

L’indirizzo IP è un insieme unico di numeri che identifica un computer o un dispositivo in una rete. È un sistema di comunicazione che stabilisce le regole per lo scambio di dati tra computer collegati a internet.

La versione più utilizzata è l’IPv4, mentre il suo successore è l’IPv6. Oltre a questi due protocolli, esistono anche indirizzi privati e pubblici, che possono essere dinamici o statici.

Di solito, gli indirizzi IP dinamici sono preferiti a quelli statici, in quanto offrono maggiore sicurezza e privacy. Tuttavia, gli IP statici potrebbero essere necessari negli uffici e in altri luoghi in cui le persone hanno bisogno di accedere costantemente allo stesso dispositivo, come una stampante.

Inoltre, i proprietari di siti web possono scegliere se utilizzare un indirizzo IP condiviso o dedicato. L’utilizzo di un IP dedicato potrebbe essere più conveniente, in quanto è più facile ottenere un certificato SSL per il sito.

Tieni presente che non è difficile per gli altri trovare i tuoi indirizzi IP privati e pubblici. Pertanto, è necessario essere consapevoli delle minacce informatiche legate agli indirizzi IP e prendere le dovute precauzioni. Ad esempio, utilizzare una VPN quando ci si connette a internet per nascondere il proprio indirizzo IP.

Author
L'autore

Michela Z.

Michela si focalizza sul condividere le sue conoscenze di hosting e marketing digitale e sull'aiutare le aziende ad avere successo online, con un particolare interesse per la creazione di siti web e di e-commerce. Nel suo tempo libero le piace sedersi davanti un buon libro e ascoltare musica.