Ho acquistato un dominio, e ora? 6 passaggi da seguire dopo l’acquisto di un dominio

Un nome di dominio è indispensabile per creare un’attività di successo online. Un nome di dominio memorabile ti aiuta a migliorare il riconoscimento e la consapevolezza del brand, raggiungendo un pubblico più ampio.

Tuttavia, acquistare un nome di dominio è solo l’inizio della tua strategia di marketing digitale.

In questo articolo, tratteremo i sei passaggi successivi all’acquisto di un dominio, dall’acquisto di un servizio di web hosting alla costruzione di un sito web di successo.

1. Ottieni un piano di web hosting

Dopo aver registrato un nuovo dominio, il passo successivo è scegliere un affidabile fornitore di web hosting. Una società di web hosting ti permette di ospitare un sito e lo rende accessibile online.

Tipicamente, le aziende di web hosting offrono diversi tipi di servizi di hosting con molteplici piani.

Raccomandiamo di scegliere attentamente un piano di web hosting, in modo che il tuo sito non soffra di frequenti interruzioni. Oltre a garantire che il costo dell’hosting del sito web rientri nel tuo budget, è fondamentale esaminare le funzionalità offerte da un piano. Non vuoi pagare per i vantaggi di cui non hai bisogno e ti mancano gli strumenti necessari per gestire il tuo sito in modo più semplice.

In questa sezione, analizzeremo quattro dei piani di Hostinger in modo che tu possa scegliere quello che soddisfa le tue esigenze.

Lettura consigliata


Non sei sicuro di come registrare il tuo dominio con il TLD desiderato? Dai un’occhiata alla nostra guida passo passo:
Come acquistare un nome di dominio

Hosting condiviso

L’hosting condiviso è un servizio economico che utilizza un singolo server fisico per ospitare più siti web. Significa che gli utenti condividono le stesse risorse del server, come lo spazio di archiviazione, la potenza di elaborazione e la larghezza di banda.

Non devi essere un esperto di tecnologia, poiché il web host si occuperà di tutti i compiti tecnici, come l’amministrazione del server, la manutenzione e la configurazione.

Sfortunatamente, l’hosting condiviso presenta diversi svantaggi. Ad esempio, quando un altro utente sullo stesso server sperimenta un improvviso picco di traffico, le prestazioni del tuo sito diminuiranno anche. Inoltre, poiché non hai molto controllo sullo spazio del server, non sarai in grado di personalizzarlo.

Tutto sommato, l’hosting condiviso è ottimo per creare un sito per uso personale, come un blog o un portfolio. È anche ideale per coloro che pianificano di creare il loro primo sito per saperne di più sullo sviluppo web. Il costo di un piano di hosting web parte da 2,49€/mese.

Hosting WordPress gestito

L’hosting WordPress gestito è specificamente progettato per gli utenti di WordPress per ottimizzare le prestazioni dei loro siti. Il costo dell’hosting WordPress parte da 2,49€/mese.

Questo servizio di hosting fornisce funzionalità specifiche per WordPress per migliorare la tua esperienza nella creazione e ottimizzazione di un sito.

Ad esempio, WordPress Multisite ti permette di creare e gestire più siti web utilizzando la stessa installazione sul tuo server. Inoltre, i piani di hosting WordPress includono una object cache per ridurre significativamente il tempo di risposta del tuo sito, vari data center e strumenti SEO per aumentare la visibilità del tuo sito.

Per quanto riguarda la sicurezza, il servizio di hosting include plugin preinstallati, uno scanner per malware, backup regolari e un team di assistenza clienti disponibile 24 ore su 24 che può aiutarti con qualsiasi problema.

VPS hosting

Il server privato virtuale o VPS hosting offre una partizione virtuale dedicata su un server fisico. Significa che gli altri utenti sullo stesso server non influenzeranno le prestazioni del tuo sito web.

Questo tipo di hosting concede agli utenti l’accesso root, permettendo loro di installare i sistemi operativi preferiti e applicare opzioni di configurazione avanzate sul server. Per questo motivo, il VPS hosting è una scelta eccellente per gli utenti avanzati con siti web ad alto traffico e progetti che richiedono molte risorse, come applicazioni web e server di giochi online.

Lo svantaggio è che il VPS hosting costa più dell’hosting condiviso o di WordPress, a partire da 7,49€/mese. Inoltre, è necessario avere conoscenze tecniche per configurare un ambiente VPS e gestire il server.

Considera di passare a VPS quando vuoi passare a un piano di hosting meno restrittivo e hai acquisito le necessarie conoscenze tecniche.

Cloud hosting

Il cloud hosting utilizza un cluster di server per ospitare siti web, bilanciando il carico di traffico. In parole semplici, se un server si spegne, un altro server entra in azione per mantenere il tuo sito in funzione.

Questo servizio di hosting è più adatto per siti web ad alto traffico, come negozi di e-commerce, siti aziendali o progetti basati su cloud che richiedono la massima disponibilità. Poiché Hostinger offre un servizio di cloud hosting gestito, puoi concentrarti sullo sviluppo del tuo sito web mentre il web host si occupa dei server e del back end del tuo sito.

Tuttavia, il cloud hosting è più costoso dell’hosting condiviso, a partire da 9,99€/mese.

Se non sei sicuro di quale tipo di hosting sia giusto per te, sfrutta la garanzia di rimborso di 30 giorni in tutti i piani di hosting per testarli.

Consiglio dell'esperto


Prendi in considerazione l’idea di passare a un piano di hosting diverso se il tuo sito web ha sovraccaricato le risorse del suo server e continua a funzionare male dopo l’ottimizzazione. Fortunatamente, Hostinger offre un dettagliato utilizzo dell’ordine e avvisa agli utenti nel caso in cui il loro sito web abbia raggiunto i suoi limiti di risorse. Semplicemente vai su Hosting → Gestisci → Utilizzo dell’ordine in hPanel.

Editor

Paulius M.

Responsabile del team SAE

2. Collega il nome del dominio ai nameserver corretti

Se utilizzi un piano di hosting di Hostinger ma hai acquistato un dominio da un altro provider di hosting, è essenziale indirizzarlo ai nostri nameserver.

I nameserver di Hostinger si trovano sulla pagina Dettagli del piano di hPanel. Appaiono come i seguenti:

ns1.dns-parking.com

ns2.dns-parking.com

Ci sono due modi per fare questo: cambiare i nameserver presso il tuo registrar di domini o puntare il nome del dominio tramite un record A. Per ulteriori indicazioni, consulta il nostro tutorial completo su come puntare un nome di dominio a Hostinger.

Tieni presente che il processo potrebbe richiedere circa 24 ore per rendere effettive le modifiche del dominio Se ci mette più tempo del previsto, prendi in considerazione l’opzione di svuotare la cache DNS o contatta il nostro team di assistenza clienti per ulteriore assistenza.

Come puntare il tuo nome dominio a Hostinger: video tutorial

Questo video dell’Accademia Hostinger mostrerà passaggi semplici per collegare il tuo nuovo nome di dominio ai nameserver di Hostinger.

3. Crea un indirizzo email personalizzato con il tuo nuovo dominio

Utilizzare un indirizzo email personalizzato con il tuo nome di dominio, come utente@nomedeldominio.com, è un ottimo modo per costruire fiducia e credibilità con i potenziali clienti. Poiché tutti i piani di Hostinger includono un account email gratuito, puoi facilmente creare un account email aziendale.

Se stai cercando un servizio email premium, dai un’occhiata ai piani di hosting email business di Hostinger, che vanno da 0,99€ a 2,49€/mese.

Hostinger offre anche un piano Google Workspace che costa 5,99€/mese. Questo pacchetto è un’ottima opzione per coloro che vogliono utilizzare Gmail per affari.

Suggerimento professionale

Utilizza un generatore di password come 1Password per generare automaticamente una password casuale e sicura per l’indirizzo email della tua azienda.

4. Configura un sito web o un negozio online

I siti web sono piattaforme multiuso che ti permettono di avviare la tua attività, promuovere prodotti o servizi e costruire la consapevolezza del brand.

I negozi online esistono tipicamente come parte di un sito web e sono progettati per le transazioni di e-commerce con funzionalità aggiuntive, come il carrello della spesa e la gestione dell’inventario.

Per quanto riguarda la creazione di un negozio online o un sito web, sono disponibili molte opzioni adatte ai principianti. Ad esempio, puoi assumere uno sviluppatore web o utilizzare un builder di negozi online. Quest’ultimo è una delle scelte più popolari poiché è più economico e veloce.

In questa sezione, passeremo attraverso i passaggi per configurare il tuo sito web o negozio online utilizzando WordPress e il website builder di Hostinger.

Creare un sito web con WordPress

WordPress è un popolare sistema di gestione dei contenuti (CMS) che offre agli utenti un pannello di controllo facile da usare per la gestione del sito e molte opzioni di personalizzazione, grazie a una varietà di plugin e temi.

Ecco i passaggi per creare un sito web con WordPress:

1. Installa WordPress

Hai bisogno di installare WordPress sul tuo account di web hosting per iniziare. Fortunatamente, Hostinger fornisce un installatore WordPress con 1 clic che rende il processo molto più semplice.

Una volta installato, accedi al pannello di controllo di WordPress per iniziare a personalizzare il tuo sito web.

2. Scegli un tema

WordPress dispone solitamente di un tema pre-installato. Ad esempio, WordPress 6.2 utilizza Twenty-Twenty Three come tema predefinito.

Scegli un tema dalla directory dei temi WordPress. La maggior parte dei temi sono gratuiti, ma alcuni, come OceanWP e Astra, hanno solo versioni premium.

Inoltre, prendi in considerazione la visita di marketplace come ThemeForest. Questo marketplace vende temi premium di WordPress, con prezzi che variano da 47€-100€/anno.

Installa il tema WordPress direttamente dalla dashboard o caricarlo manualmente utilizzando un client FTP.

3. Installa i plugin di WordPress per aggiungere nuove funzionalità

I plugin di WordPress aggiungono più funzionalità al tuo sito WordPress e al pannello di controllo dell’admin. Migliaia di plugin gratuiti e premium sono disponibili nella directory di WordPress e nei mercati di terze parti.

Trovare i plugin giusti per il tuo sito potrebbe richiedere tempo. Quindi, abbiamo preparato un elenco dei migliori plugin di WordPress:

  • Yoast SEO: analizza il tuo contenuto in base a una parola chiave focus e fornisce suggerimenti per migliorare la SEO di WordPress.
  • WooCommerce: consente la funzionalità di e-commerce, inclusi il pagamento online, la gestione degli ordini e la gestione dell’inventario.
  • Visual Composer: fornisce un builder di pagine drag-and-drop che ti permette di sviluppare siti WordPress facilmente senza alcuna conoscenza di programmazione.
  • W3 Total Cache : accelera il tuo sito WordPress abilitando la cache, la rete di distribuzione dei contenuti (CDN) e il lazy loading.
  • UpdraftPlus: esegue il backup del tuo sito WordPress su servizi cloud integrati come Dropbox e Google Drive, semplificando il recupero del sito.

Una volta scelto ciò di cui hai bisogno, consulta la nostra guida su come installare i plugin di WordPress.

4. Bonus: avvia un negozio online con WooCommerce

Consigliamo di utilizzare WooCommerce per creare il tuo negozio online, poiché include varie funzionalità come la gestione dell’inventario, il tracciamento degli ordini e l’analisi. Puoi anche ottenere più funzionalità installando le estensioni di WooCommerce.

Ci sono due modi per configurare WooCommerce sul tuo sito WordPress: installando il plugin manualmente o scegliendo l’installazione di WordPress e WooCommerce utilizzando l’auto-installer.

L’installazione di WooCommerce tramite l’auto-installer cancellerà definitivamente la tua attuale installazione di WordPress.

Una volta installato, configura il tuo negozio WooCommerce aggiungendo prodotti, impostando metodi di pagamento e personalizzando il tuo negozio.

Crea un sito web con un website builder

Un website builder è uno strumento più adatto ai principianti che ti permette di creare e progettare un sito web. Utilizza un editor drag-and-drop per modificare l’aspetto del sito e offre molte opzioni di template per siti web pre-realizzati.

A partire da 2,49€/mese, il website builder di Hostinger include hosting gratuito, strumenti SEO integrati e funzionalità e-commerce.

Forniamo anche funzionalità di IA per aiutarti a semplificare il processo di creazione del sito, come:

  • AI Writer: genera contenuti ottimizzati per la SEO selezionando parole chiave. È un buon punto di partenza e un modo efficace in termini di tempo per creare rapidamente testi coinvolgenti.
  • AI Heatmap: aiuta a creare un sito web di successo, mostrandoti quali aree del sito attireranno maggiormente l’attenzione dei tuoi visitatori.
  • AI Logo Maker: progetta il tuo logo aziendale da zero. In questo modo, non hai bisogno di utilizzare un creatore di loghi di terze parti o di assumere un designer professionista. Tuttavia, dopo aver generato un logo gratuito una volta, è necessario acquistare ulteriori crediti per creare più loghi.
  • AI Website Builder: semplifica il processo di creazione del sito web. Per utilizzare questo strumento, devi fornire il nome del tuo brand, il tipo di sito web e una richiesta dettagliata.

In questa sezione, ti guideremo attraverso i passaggi per creare un sito web utilizzando il nostro website builder.

1. Installa il website builder di Hostinger

Prima, devi installare il website builder di Hostinger sul tuo sito:

  • Dalla tua pagina dell’account Hostinger, seleziona Siti web dal menu di navigazione in alto.
  • Clicca su Crea o migra un sito web. Ti porterà a una pagina di assistente alla configurazione.
  • Seleziona l’opzione Website builder di Hostinger con IA nella sezione Scegli piattaforma.
  • Scegli il tuo dominio e clicca su Seleziona. Aspetta fino al completamento del processo di installazione.

Se utilizzi WordPress o qualsiasi altro sistema di gestione dei contenuti, puoi passare al website builder di Hostinger in pochi passaggi.

2. Scegli un template

Il passaggio successivo è scegliere un template di sito web che soddisfi le tue esigenze.

Ad esempio, un template e-commerce come Tangier ha pagine di prodotto e un’integrazione del carrello della spesa. Inoltre, è un ottimo template per le aziende di e-commerce alimentare, poiché ha un design pulito e colorato.

3. Personalizza il tuo sito

L’editor del website builder ti permette di personalizzare l’aspetto visivo del sito. Per spostare gli elementi, trascinali e rilasciali nei blocchi della griglia prestabiliti.

Nella barra laterale sinistra, troverai ulteriori impostazioni di configurazione. Ad esempio, la sezione Pagine e navigazione ti permette di gestire le pagine e configurare la barra di navigazione superiore del sito.

Nel frattempo, la sezione Stile del sito contiene impostazioni per lo schema di colori del sito, la tipografia e gli stili dei pulsanti.

5. Invia il tuo nuovo sito web ai motori di ricerca

Inviare il tuo sito ai motori di ricerca offre una migliore possibilità di posizionarsi più in alto nelle pagine dei risultati. Per fare ciò, devi creare una sitemap per aiutare i motori di ricerca a capire la struttura del tuo sito web e le connessioni tra le pagine.

Se utilizzi il website builder di Hostinger, genererà automaticamente una sitemap. Per coloro che utilizzano WordPress, è possibile utilizzare un plugin come Yoast SEO. In alternativa, puoi creare automaticamente un URL della sitemap con un generatore di sitemap XML.

Inoltre, la maggior parte dei motori di ricerca segue i link per scoprire e indicizzare nuove pagine. Quindi, è importante applicare la strategia di internal linking del tuo sito per ottenere risultati migliori.

Tuttavia, inviare il tuo sito web è solo una parte del lavoro. Per posizionare il tuo sito web sulla prima pagina, dovrai ottimizzarlo.

Il tempo di caricamento della tua pagina web può influenzare significativamente la sua posizione, quindi utilizza strumenti come GTMetrix o Google PageSpeed Insights per testare la velocità del tuo sito web e ottenere suggerimenti per migliorarla.

I siti web adatti ai dispositivi mobile probabilmente avranno un posizionamento più alto, dato che molte persone navigano su internet con dispositivi mobile. Se utilizzi WordPress, ottieni un tema completamente reattivo e aggiungi le pagine mobile accelerate (AMP) al tuo sito.

Inoltre, installa un certificato SSL sul tuo sito poiché Google dà priorità alle pagine che utilizzano HTTPS.

Creare un buon meta titolo e una meta descrizione aiuta a mostrare il tuo contenuto agli utenti, migliorando il suo tasso di click-through (CTR). Inoltre, prendi in considerazione l’utilizzo di plugin come Yoast SEO per ottenere suggerimenti su come rendere i tuoi contenuti ottimizzati per la SEO.

Consiglio dell'esperto

Ci vogliono sei mesi o più per iniziare a posizionare un sito appena creato, a volte anche fino a un anno. Creare autorità può aiutarti a posizionarti meglio. Per farlo, è bene scegliere una nicchia per il proprio sito ed espandersi da lì. Ad esempio, invece di dedicarti direttamente al marketing digitale, potresti concentrarti sulla creazione di contenuti per un argomento secondario come la SEO o l’email marketing.

Editor

Neil P.

Esperto di marketing digitale e imprenditore

6. Promuovi o vendi il tuo sito web

Promuovere il tuo sito web aziendale o il tuo negozio e-commerce è essenziale per aiutarti ad aumentare la sua visibilità per il pubblico target.

Ecco alcuni metodi che consigliamo per promuovere il tuo nuovo sito:

Marketing sui social media

Le piattaforme di social media offrono molte opportunità per interagire con i tuoi clienti target.

Se sei su Facebook, unisciti a gruppi pubblici pertinenti al tuo brand. Puoi condividere la tua esperienza, raccogliere informazioni sul tuo settore, o anche promuovere direttamente il tuo sito web.

Su Instagram o Twitter, assicurati di includere hashtag pertinenti quando pubblichi contenuti, poiché mostreranno il tuo post agli utenti che stanno seguendo o visualizzando questi hashtag.

Inoltre, aggiungendo widget dei social media al tuo sito web, sarà più facile per i clienti seguirti e condividere contenuti sui loro profili.

Tuttavia, assicurati di utilizzare il tuo tempo saggiamente, potresti non aver bisogno di più account sui social media. Fai delle ricerche per capire quale piattaforma di social media utilizza il tuo cliente ideale.

Email marketing

L’email marketing è una strategia che aiuta ad aumentare i tassi di conversione e a tenere i visitatori informati sulle tue ultime novità di prodotti o servizi.

Ci sono diversi tipi di campagne email che puoi utilizzare:

  • Newsletter: invia regolarmente contenuti informativi o aggiornamenti riguardanti la tua attività.
  • Campagne di acquisizione: queste sono rivolte ai clienti o ai lettori che leggono la tua newsletter ma non si convertono.
  • Email di fidelizzazione: mantieni attivi i tuoi iscritti e clienti. Ad esempio, invia inviti per sondaggi e auguri di compleanno per farli sentire apprezzati e aumentare la fedeltà al brand.
  • Email promozionali : offrono sconti, offerte esclusive e informazioni sui nuovi prodotti per stimolare le vendite e generare traffico.

Ricorda che le tue email devono avere valore per avere un impatto sul pubblico. Quindi, crea un’email attraente e coinvolgente incorporando il logo della tua azienda, aggiungendo un chiaro CTA e rendendola facile da leggere.

È importante monitorare le tue campagne di email marketing per vedere se portano buoni risultati. Se utilizzi WordPress, installa un plugin per newsletter per gestire e monitorare le tue campagne dalla tua dashboard.

Pubblicità a pagamento

La pubblicità a pagamento utilizza solitamente un modello pay-per-click (PPC), il che significa che ti verrà addebitato il costo di ogni clic sui tuoi annunci.

Se sei disposto a investire in questo tipo di pubblicità per promuovere il tuo sito, ti consigliamo di utilizzare Google Ads. Offre diversi tipi di servizi, tra cui ricerca e reti di visualizzazione.

Su una rete di ricerca, i tuoi annunci appariranno sulle pagine dei risultati di ricerca per parole chiave pertinenti. Nel frattempo, le reti di visualizzazione compaiono sui siti web sotto forma di pubblicità in stile banner.

Per incorporare con successo la pubblicità a pagamento nella tua strategia di marketing, segui i passaggi di seguito:

  1. Trova parole chiave pertinenti per la tua attività e quanto costerà ogni clic. Per fare questo, utilizza uno strumento gratuito come Google Keyword Planner.
  2. Imposta la tua campagna Google Ads selezionando il suo tipo. Quindi, aggiungi i dettagli di fatturazione e le parole chiave.
  3. Crea un post sul blog accattivante che contiene informazioni e dettagli brevi sulla tua attività. È anche una buona idea utilizzare i pulsanti call-to-action (CTA) per aumentare l’interazione.

Vendi il tuo sito web o nome di dominio

Sapere come vendere il tuo nome di dominio è anche importante. Ad esempio, se vuoi avviare una nuova attività, ma il nome del dominio attuale non è più rilevante. O semplicemente desideri fare soldi unendoti all’industria del domain flipping.

Inoltre, il tuo nome di dominio scadrà se lasciato inutilizzato per troppo tempo, non portandoti alcun profitto.

Una volta deciso di vendere il tuo dominio, devi implementare la strategia giusta. Prima di tutto, devi parcheggiare il tuo dominio per minimizzare il rischio di cybersquatting.

Quindi, verifica se il nome del dominio ha valore. Diversi fattori che contribuiscono al suo valore sono il traffico, le parole chiave, un dominio di primo livello (TLD), e la lunghezza.

Per i principianti, consigliamo di informarsi sul mercato dei nomi di dominio. NameBio, ShortNames e NamePros sono siti web popolari che puoi utilizzare come risorse.

Scegli la strategia di prezzo e decidi come vendere il nome del dominio. Ad esempio, puoi creare una landing page e venderla individualmente. Inoltre, prendi in considerazione la promozione del tuo nome di dominio nei mercati di domini, come Afternic e Efty.

Conclusioni

L’acquisto di un nome di dominio aiuta i proprietari di aziende a raggiungere i loro obiettivi, come stabilire una presenza online e creare una forte identità di brand. Tuttavia, decidere cosa fare dopo può essere piuttosto impegnativo per i principianti.

In questo articolo, abbiamo discusso i sei passaggi da seguire dopo l’acquisto di un nome di dominio:

  1. Ottieni un piano di web hosting.
  2. Collega il nome del dominio ai nameserver corretti.
  3. Crea un indirizzo email personalizzato con il tuo nome di dominio.
  4. Crea un sito web o un negozio online.
  5. Invia il tuo nuovo sito web ai motori di ricerca.
  6. Promuovi o vendi il tuo sito web.

Se hai ancora domande, assicurati di leggere la nostra sezione FAQ. Per un feedback o una consultazione, vai alla sezione commenti qui sotto. Buona fortuna nel tuo viaggio online!

FAQ – Ho acquistato un dominio, e ora cosa faccio?

Risponderemo a diverse domande frequenti sui passaggi da seguire dopo l’acquisto di un nome di dominio.

Dopo quanto tempo dall’acquisto di un dominio puoi utilizzarlo?

Puoi utilizzare il tuo dominio dopo che il registrar ha approvato la tua richiesta di registrazione del dominio. Di solito ciò richiede fino a 48 ore.

Cosa fare dopo aver acquistato un dominio e un hosting?

Dopo aver acquistato un dominio e un servizio di web hosting, puoi creare un indirizzo email professionale, utilizzare il tuo dominio sui profili dei social media, creare il tuo sito o negozio online e promuoverlo al tuo pubblico di riferimento.

Quando acquisti un nome di dominio, ne sei il proprietario?

Non possiedi il tuo nome di dominio, ma hai il 100% di controllo su di esso per il periodo di registrazione. Questo significa che decidi tu a quale sito web punta il tuo dominio, quale registrar lo gestisce e quali informazioni sono associate al tuo account di dominio.

Author
L'autore

Michela Z.

Michela si focalizza sul condividere le sue conoscenze di hosting e marketing digitale e sull'aiutare le aziende ad avere successo online, con un particolare interesse per la creazione di siti web e di e-commerce. Nel suo tempo libero le piace sedersi davanti un buon libro e ascoltare musica.